Mag 162011
 

Il Gruppo Europeo di Cooperazione Territoriale(GECT) Archimed, formato dalla Regione Siciliana, le Isole Baleari e l’agenzia per lo sviluppo di Larnaca, a Cipro, è stato iscritto nello speciale Registro istituito alla Presidenza del Consiglio dei Ministri. Il nuovo organismo ha quindi assunto piena personalità giuridica: condizio-ne che permette ai tre soci fondatori di avere una nuova, diretta, interlocuzio-ne con le istituzioni europee. In base al Regolamento CE 1082/2006, i GECT sono stati introdotti nella normativa comunitaria per favorire la nascita di forme stabili di cooperazione interregionale. I GECT possono infatti autonomamente accedere ai bandi delle i-stituzioni comunitarie e – grazie alla loro struttura agile e autonoma – diven-tare vere e proprie agenzie per lo sviluppo territoriale.(http://eur-lex.europa.eu/LexUriServ/LexUriServ.do?uri=OJ:L:2006:210:0019:0024:IT:PDF)

Il GECT Archimed è stato “pensato” dalle sette regioni che fanno parte del-la rete delle isole del Mediterraneo, Eurimed: Sicilia, Sardegna, Baleari, Creta, Corsica, Gozo e Cipro.(http://portal.cor.europa.eu/egtc/en-US/Projects/already/Documents/Statuto%20firmato.pdf). Il 14 maggio dello scorso anno il progetto è stato presentato a Palermo in occasione del primo convegno “Uniti dal Mediterraneo”. Successivamente, il 3 novembre – a Taormina – i tre fondatori ne hanno sottoscritto l’atto costitutivo e lo statuto. La lunga procedura di autorizzazione ha previsto l’acquisizione dei pareri di quattro ministeri: Esteri, Interni, Economia e Sviluppo economico. La pratica è passata anche al vaglio di due Dipartimenti della Presidenza del Consiglio dei Ministri: quello delle politiche comunitarie e quello degli affari regionali. Il 10 marzo poi, il GECT Archimed è stato iscritto nel Registro tenuto dal Dipartimento affari regionali della Presidenza del Consiglio dei Ministri (http://www.governo.it/backoffice/allegati/53069-5731.pdf). La sede del GECT ArchiMed, come prevede lo Statuto, è a Taormina a Palazzo Ciampoli.