Apr 052011
 

BRUXELLES(SIE) – La verifica politica all’interno dell’Eurogruppo ha permesso al Premier italiano, Silvio Berlusconi, di annunciare l’intesa sull’avvio di una politica di fiscalità di vantaggio nelle regioni del Mezzogiorno.
―Missione compiuta — ha affermato Berlusconi –. Le misure per il Mezzogior-no riguarderanno sia la fiscalità di vantaggio che altri aspetti, tra cui gli incentivi in deroga alle norme generali per le aziende.
Il Presidente della Commissione Jose Manuel Barroso — dal canto suo — ha confermato che è stata raggiunta una intesa sugli sforzi da fare: ―La ripresa è fragile e difforme tra gli stati membri – ha detto –, il tasso di disoccupazione è alto e gli investimenti rischiano di andare persi.‖
Per questo motivo i 17 paesi che adottano la moneta unica hanno raggiunto un ―patto sull’euro‖ in grado di garantire una vera e propria governance econo-mica europea. Un patto in grado di garantire — ha detto Barroso — che solida-rietà e responsabilità siano indiscutibilmente collegate tra loro. Ecco perché lo strumento temporaneo di stabilità finanziaria (Efsf) avrà infatti una dota-zione di 440 miliardi di euro. Il meccanismo permanente, che gli succederà a partire dal 2013, avrà a disposizione un fondo operativo di 500 miliardi di eu-ro.
A beneficiare di questi interventi dovrebbe essere proprio il Mezzogiorno italiano in cui – secondo le cifre del programma nazionale di riforma (Pnr) http://www.politichecomunitarie.it/attivita/17522/programma-nazionale-di-riforma — il tasso di occupazione raggiunge appena il 45% della popolazione: circa 20 punti in meno rispetto al nord del paese. Un dato reso più preoccupante dall’analisi del tasso di disoccupazione, che raggiunge il 40% nella fascia d’età tra i 15 e i 24 anni.
Il dato sull’occupazione è strettamente legato al divario di produttività sul territorio: nel 2009 il valore aggiunto per unità di prodotto del sud non raggiungeva che l’83% rispetto al centro nord: un effetto evidente della ridot-ta strutturazione territoriale delle imprese meridionali.