Apr 052011
 

BRUXELLES (SIE) – Il Parlamento europeo ha deciso a larga maggioranza di propor-re una proroga del sistema di aiuti tariffari dell’Unione europea a favore dei paesi in via di sviluppo(SPG) per altri due anni: dal 1 gennaio 2012 al 31 di-cembre 2013, in attesa della revisione del regolamento (CE) N. 980/2005 varato dal Consiglio europeo il 27 giugno 2005.
http://eur-lex.europa.eu/LexUriServ/LexUriServ.do?uri=CONSLEG:2005R0980:20080301:IT:PDF
Il regolamento disciplina tutte le agevolazioni tariffarie concesse — si va dai regimi doganali alle aliquote Iva — ad ogni paese in via di sviluppo e ad ogni particolare settore commerciale, per favorire le transazioni commerciali internazionali con i paesi che fanno parte dell’Unione.
Su questo argomento c’è stata un po’ si tensione tra le istituzioni comuni-tarie. Il Parlamento ha espresso le sue forti preoccupazioni sulle modalità con cui stanno maturando le decisioni in merito alle nuove agevolazioni tariffarie.
Sulle decisioni che riguardano le politiche commerciali il Parlamento —conformemente al Trattato di Lisbona — intende essere coinvolto per esprimere il suo orientamento.
Il commissario al commercio, il belga Karel De Gucht, si è impegnato a con-dividere con il Parlamento ogni informazione sull’andamento dei lavori legati agli aspetti essenziali delle agevolazioni SPG, in linea con la nuova procedura che coinvolge tutti i centri decisionali comunitari.