Apr 012011
 

Un invito a presentare proposte nell’ambito del “Civil Society Facility”, è destinato alle organizzazioni non-profit della società civile che affrontano le questioni della responsabilizzazione delle donne. Il bando mira a sviluppare forti partnership regionali tra organizzazioni della società civile che sono impegnate nella promozione della parità di genere, insieme alle loro controparti europee e alle autorità pubbliche.

Le azioni proposte devono tener conto delle priorità del programma Ue Daphne, focalizzandosi su: violenza di strada e tra coetanei (diffusione di esperienze, gestione di campagne di formazione e informazione che coinvolgano le donne); rafforzamento delle capacità di assistenza alle donne vittime di violenze domestiche; interventi che coinvolgano le donne, mirati ad aiutarle a proteggersi contro le violenze (formazione, gruppi di supporto e proposte innovative per lo sviluppo di un’ ambiente protettivo per le donne).

L’importo disponibile è di un milione e 650 mila euro

Il bando scade il 31 maggio prossimo.